domenica 24 settembre 2017

PROMOZIONE Guidonia, pari di rimonta e carattere a Poggio Fidoni

SPES POGGIO FIDONI-GUIDONIA 2-2

(4a giornata del campionato di Promozione 2017/2018)

Spes Poggio Fidoni: Bianchetti, Sasso, Mancini S., Carmesini (21' st Massimi), Pagliarulo, Donati, Basilici (26' st Centi), Abazi V., Tolomei, Brocchetti, Tramontano. A disp.: Santarelli, Iacobelli, Mostarda, Chieie, Abazi F. All.: Ianni (Mancini squalificato).
Guidonia: Maiellaro, Talone, Festa, Macciocchi An., Narcisi, Massi, Graziano (36' st Evangelista), Luciani, Toncelli (32' st Tiberi), Pasciucco (12' st Carletti), Gubinelli (44' st Lori). A disp.: Pagella, Alberghini A., Loiodice. All.: Alberghini R.
Arbitro: Iustin di Ciampino.
Marcatori: 24' pt Carmesini (Spe), 28' pt Mancini S. (Spe), 37' pt Massi (Gui), 7' st Gubinelli (Gui).
Note: espulsi Narcisi (Gui) e Tolomei (Spe) al 46' st per comportamento non regolamentare a gioco fermo. Ammonito Sasso (Spe).

POGGIO FIDONI (Ri) – Il Guidonia dimostra di avere carattere e rimonta due gol di svantaggio su un campo difficile come quello di Poggio Fidoni. Altra buona prestazione da parte della squadra allenata da Roberto Alberghini che lascia ben sperare per il futuro.
Esordio in prima squadra per Marco Maiellaro, portiere classe 1998 prodotto del vivaio. Enorme soddisfazione per il club. Nulla da fare per il numero uno sui due gol subiti, per il resto interventi perfetti. Primi gol per Massi e Gubinelli, entrambi di ottima fattura.
Da perfezionare i meccanismi sui calci piazzati, secondo gol preso consecutivamente sugli sviluppi di una punizione. L'espulsione di Narcisi, evitabile, peserà in vista del prossimo incontro di domenica contro la Vigor Perconti. Probabile l'arretramento di Luciani nella linea difensiva.
Torniamo alla partita che vede un'iniziale fase di studio prima del gol del vantaggio dello Spes Poggio Fidoni con Carmesini che risolve una mischia in area di rigore anticipando tutti e piazzando il pallone all'angolino. Immediata reazione del Guidonia con Pasciucco che conclude sull'esterno della rete. Al 28', però, arriva il raddoppio: Tolomei batte una punizione sulla destra e Mancini stacca più in alto di tutti, palla sul palo prima di finire in rete.
Sotto di due reti il Guidonia ha il merito di non mollare. Al 37' bella combinazione al limite dell'area tra Graziano e Massi, quest'ultimo a giro trova il gol che riapre l'incontro con una parabola che si infila sotto l'incrocio dei pali. Guidonia che poco dopo sfiora il pareggio, conclusione di Festa molto angolata e smanacciata in angolo da Bianchetti.
All'inizio del secondo tempo è Gubinelli a rimettere tutto a posto: l'esterno offensivo riceve da 25 metri, lascia rimbalzare il pallone e lo calcia con forza nell'angolo più lontano con Bianchetti che questa volta resta di sasso.
Sul 2-2 è il Guidonia a giocare meglio e a cercare la vittoria. Pasciucco ha l'occasione buona dal limite, ma non trova la porta. Padroni di casa che non restano a guardare e con Tramontano da lontano sfiorano la traversa. Finale favorevole ai guidoniani: Gubinelli ci prova ancora, prima con una girata bloccata in due tempi da Bianchetti e successivamente con un altro tiro a lato.

Al primo di recupero si scatena una rissa a centrocampo per una incomprensione tra le due squadre per una palla non calciata fuori. A farne le spese, dopo alcuni spintoni, Narcisi e Tolomei, espulsi direttamente.

La squadra schierata prima del fischio iniziale

domenica 17 settembre 2017

PROMOZIONE Arriva lo spettacolo promesso ed il Guidonia batte la Luiss

Il Guidonia batte 3-2 la Luiss in rimonta mettendo in mostra un buon calcio nella prima frazione dove accade di tutto. I romani passano in vantaggio al 10' con Agostino che va a pressare il portiere di casa Pagella, rubandogli palla e infilando a porta vuota. Pareggio immediato del Guidonia con Festa che supera la barriera su calcio di punizione trovando l'angolino basso. Passano due minuti e la Luiss si riporta avanti: cross su punizione di Bottola e colpo di testa di Vilmercati che indirizza la sfera alla destra di Pagella. Il Guidonia si butta nella metà campo avversaria e Morabito salva i suoi più volte, soprattutto su un colpo di testa di Pasciucco. E' Narcisi, di testa, sugli sviluppi di un corner a realizzare il pareggio: il difensore si fionda su una sponda di Pasciucco ed anticipa Morabito. Risultato capovolto al 38': Festa scende sulla sinistra e crossa in area dove Toncelli salta più in alto di tutti e trova il vantaggio.
Nel secondo tempo la Luiss cresce, ma la difesa del Guidonia regge bene. La sventola di Botta termina sopra la traversa. Per il Guidonia è Massi a sfiorare il palo, mentre un salvataggio di Barone in extremis evita la rete di Toncelli.
Guidonia che ancora è alla ricerca della condizione necessaria per attaccare per tutti i 90 minuti, Luiss costretta a rivedere molti dei meccanismi difensivi.

Prossimo turno che vedrà il Guidonia impegnato nella trasferta reatina contro lo Spes Poggio Fidoni domenica 24 settembre.

GUIDONIA-LUISS 3-2

(3a giornata del campionato di Promozione 2017/2018)

Guidonia: Pagella, Macciocchi Al., Festa, Narcisi, Macciocchi An., Massi (40' st Loiodice), Graziano (31' st Evangelista), Luciani, Toncelli (21' st Gubinelli), Pasciucco (27' st Carletti), Tiberi (35' st Lori). A disp.: Maiellaro, Alberghini An. All.: Alberghini R.

Luiss: Morabito, Barone, Bettoni (31' pt Cinti), Dibrizzi, Boldo (31' pt Persiani), Gianandrea, Baldini (31' pt Vestrini), Vilmercati, Barra (31' pt Filosa) (16' st Passamonti), Bottola, Agostino. A disp.: Vescio, Rotondi. All.: Rambaudi.

Arbitro: Bosco di Ostia.

Marcatori: 10' pt Agostino (Lui), 16' pt Festa (Gui), 18' pt Vilmercati (Lui), 32' pt Narcisi (Gui), 38' pt Toncelli (Gui).

Note: ammoniti Narcisi (Gui), Massi (Gui), Pasciucco (Gui), Gubinelli (Gui), Carletti (Gui), Vilmercati (Lui), Vestrini (Lui), Filosa (Lui), Passamonti (Lui). Partita che si è disputata al "Fiorentini" di Montecelio, Guidonia che sta regolarizzando con il comune l'omologazione del sintetico del "Comunale".


giovedì 14 settembre 2017

EVENTI Venerdì 15 alle 21 la presentazione del Guidonia alla Pinetina

La città di Guidonia Montecelio si prepara a vivere la propria festa in questo fine settimana. Dal 15 al 17 settembre sarà tempo infatti della “Festa della Beata Maria Vergine di Loreto”, patrona della città guidoniana e degli Aviatori.
L’Acd Guidonia, grazie alla collaborazione del comitato, ha organizzato la presentazione della squadra 2017/2018 iscritta al campionato di Promozione.
Quindi dalle 21 di venerdì 15 settembre tutti alla Pinetina in piazza Caduti di Nassiriya per salutare la rosa allestita dal presidente Giuseppe Bernardini e dal direttore sportivo Michele Di Rella. Previsto un saluto del mister Roberto Alberghini. Con l’occasione presentato anche lo staff e tutto il club davanti agli occhi del vice sindaco con delega allo Sport, Paolo Aprile.
Guidonia al quinto anno consecutivo in Promozione con la prima squadra. La società giallorossoblù presenta il miglior settore giovanile del territorio: unica squadra con tutte le categorie regionali e con gli Allievi nel campionato Elite, massimo livello tra i dilettanti. In crescita anche la Scuola Calcio.

La presentazione del Guidonia apre la tre giorni di festa della città. Il Guidonia, squadra di calcio nata nel 1954, si prepara quindi a ricevere l’abbraccio dei propri sostenitori.


domenica 10 settembre 2017

PROMOZIONE Rinviata Maglianese-Guidonia

La sfida Maglianese-Guidonia in programma questa mattina è stata rinviata. Sarà il Comitato Regionale Lazio a comunicare la prossima data della gara valevole per la seconda giornata del campionato di Promozione 2017/2018. Dopo aver effettuato il riscaldamento e l´appello, la situazione del campo in terra è peggiorata soprattutto in una corsia esterna dove era impossibile vedere la linea del fallo laterale oppure battere un calcio d´angolo. Così la terna arbitrale composta dal fischietto Vallocchia di Rieti e dagli assistenti Conticoni di Roma 1 e Giovagnoli di Roma 2 ha deciso di rinviare il match. Nella terza giornata di domenica 17 settembre il Guidonia affronterà in casa la squadra romana della Luiss.


domenica 3 settembre 2017

PROMOZIONE Ferrandu gela il Guidonia ed esalta il Morandi

GUIDONIA-R.MORANDI 0-1

(1a giornata del campionato di Promozione 2017/2018)

Guidonia: Pagella, Macciocchi Al. (39' st Pasciucco), Festa, Narcisi, Massi, Macciocchi An., Evangelista (27' st Casalnuovo), Luciani, Toncelli, Carletti (17' st Gubinelli), Lori (9' st Kwiatovski). A disp.: Di Manzo, Alberghini A., Liodice. All.: Alberghini R.
R.Morandi: Peschechetta, Falconi, Lucarini, Mussoni, Tavolieri, Quaglini, Di Stefano (21' st Ponzio), Colaicomo, Ferrandu (44' st Santoro), Albanesi, Trimboni (9' st Tommasini). A disp.: Vincenti, Crestini, Cannine, Silvestri. All.: Cuomo.
Arbitro: Papagno di Roma 2.
Marcatore: 31' st Ferrandu (Mor).
Note: la partita si è disputata al “Fiorentini” di Montecelio perché il comune di Guidonia Montecelio ha avviato la pratica per la proroga dell'utilizzo del sintetico del “Comunale”. Ammoniti Macciocchi Al. (Gui), Narcisi (Gui), Evangelista (Gui), Carletti (Gui), Lori (Gui), Peschechetta (Mor), Mussoni (Mor), Di Stefano (Mor).

MONTECELIO (Rm) – La prima giornata sorride al Rodolfo Morandi che passa al “Fiorentini” di Montecelio con un gol di Ferrandu a 14 minuti dalla fine. Guidonia battuto nonostante 40 minuti di buon calcio.
Si gioca al “Fiorentini” di Montecelio perché il comune di Guidonia Montecelio che gestisce l'impianto “Comunale” è alle prese con l'iter per ottenere la proroga del sintetico dal Comitato Regionale Lazio. Il nuovo Guidonia si schiera con il 4-2-3-1 e dopo qualche minuto di studio inizia a cercare con insistenza il gol. Nella prima frazione Narcisi di testa prima schiaccia troppo e manda a lato un invito di Carletti e successivamente sempre di testa chiama al miracolo Peschechetta che si tuffa sulla sua sinistra togliendo praticamente il pallone dalla porta. Ci prova anche il giovane Evangelista che a giro non inquadra lo specchio. Quando Carletti viene lanciato in profondità a tu per tu con Peschechetta sembra fatta, ma il numero uno devia di piede. Prima dell'intervallo azione personale di Toncelli conclusa centralmente.
Nel secondo tempo cala l'intensità del Guidonia, il Rodolfo Morandi controlla le operazioni. Kwiatovski sostituisce Lori e diventa il primo 2000 a giocare con il club della Città dell'Aria. Al 31' la partita si sblocca con Ferrandu che raccoglie una palla dai 25 metri e con una bordata supera Pagella fuori dai pali. Il Guidonia prova a reagire: punizione a lato di Festa, testa alta di Narcisi e sinistro fuori misura di Luciani. Con l'ingresso di Pasciucco in attacco i guidoniani terminano la sfida all'attacco e questo cambio rappresenta il quarto della partita (da quest'anno si può arrivare a cinque nei dilettanti). In contropiede Morandi pericoloso con Tommasini che alza la mira dall'altezza dell'area piccola.

Esordio veramente sfortunato per la truppa di Roberto Alberghini. Grande impegno da parte di tutti, a tratti belle giocate. Da migliorare la tenuta fisica e l'intesa in campo. La seconda giornata in casa della Maglianese.


mercoledì 30 agosto 2017

PROMOZIONE Guidonia-Morandi si gioca al "Fiorentini" di Montecelio

Si giocherà al “Fiorentini” di Montecelio la prima gara del campionato di Promozione 2017/2018 tra il Guidonia ed il Rodolfo Morandi, domenica 3 settembre alle 11. In attesa di nuovi sviluppi che porteranno ad una completa riqualificazione del “Comunale”, il Guidonia disputerà l’esordio ufficiale sul campo di Montecelio. Grande curiosità per il debutto degli uomini di Roberto Alberghini. Con l’esordio a Montecelio il club giallorossoblù rafforza il ruolo di punto di riferimento calcistico della città di Guidonia Montecelio che negli ultimi anni ha subito la perdita di realtà importanti proprio nel borgo e a Villanova. La società invita tutti i propri sostenitori a recarsi al “Fiorentini” domenica per sostenere il Guidonia, chiamando in causa anche gli appassionati sportivi di Montecelio e rinnovando l’ingresso completamente gratuito. Già dalla terza giornata, contro la Luiss, il Guidonia dovrebbe tornare al “Comunale” che resta la casa naturale della società del presidente Giuseppe Bernardini.


lunedì 21 agosto 2017

SETTORE GIOVANILE Con gli Allievi il Guidonia torna nell'Elite

L’Acd Guidonia torna nell’Elite del calcio laziale con gli Allievi che iniziano oggi la propria avventura con il primo allenamento. E’ Andrea Palumbo il giovane tecnico della squadra, guidoniano doc. E’ stato proprio lui a meritarsi la possibilità di misurarsi in questa categoria prestigiosa, contro giocatori che in alcuni casi andranno a vestire la maglia della Primavera di squadre professionistiche nella prossima stagione. Al coach Palumbo abbiamo rivolto alcune domande, in particolare sulle prospettive di questo gruppo formato da giocatori nati nel 2001.

1 – Mister Palumbo, all’inizio dei lavori come presenterà il campionato Elite alla sua squadra?
“Come una bellissima e affascinante sfida. Anche se difficile e di altissimo livello, dovremo viverla sempre pensando positivo, non dovremo mai avere paura di confrontarci contro società e ragazzi abituati da sempre alla categoria: con tanto lavoro e determinazione possiamo goderci al meglio l’esperienza, crescere, divertirci e toglierci belle soddisfazioni”.

2 – Oltre alle doti tecniche cosa servirà per mantenere la categoria?
“Servirà sicuramente non abbattersi mai alle prime difficoltà e saper ragionare a lungo termine. E poi tanto lavoro, lavoro e lavoro. All’inizio potrebbe essere normale un primo periodo di adattamento per i ragazzi, sia alla categoria sia al nuovo mister, ma quando lotti per la salvezza puoi gestire anche degli eventuali passi falsi iniziali, l’importante è creare un gruppo compatto, organizzato, con una propria identità e consapevole di ciò che vuole senza desistere mai”.

3 – Conosce molti componenti della rosa, da chi si aspetta il salto di qualità?
“Assolutamente dal gruppo. Ai ragazzi che erano già a Guidonia lo scorso anno si sono già aggiunti altri elementi e il direttore Alex Bassani sta lavorando per migliorare ulteriormente l’organico. Ma, indipendentemente da chi c’è e chi ci sarà, tutti i ragazzi dovranno sempre anteporre il gruppo a qualsiasi singolo e a qualsiasi esigenza individuale, dovremo imparare a ragionare sempre con il ‘noi’: è questa la nostra priorità assoluta, da gruppo diventare squadra vera e indissolubile”.

4 – Facendo un passo indietro: qual è il più bel ricordo di questa esperienza da allenatore nel settore giovanile del Guidonia?
“Sono davvero tanti, difficile sceglierne uno solo. Se proprio devo, dico la penultima di campionato dello scorso anno in casa del Sansa, prova di grande maturità, personalità e consapevolezza di una squadra che è cresciuta tantissimo e di ragazzi che sono diventati grandi”.

5 – Come spiega questa rinascita del settore giovanile del Guidonia che oggi conta (unica nel territorio considerando anche la Juniores) tutte le squadre nei regionali e una nell’Elite?
“Dai Presidenti al nostro custode lavoriamo tutti con amore, passione e armonia. Tra tutti c’è confronto e grande rispetto dei ruoli. In questi due anni c’è stata una buona crescita dal punto di vista organizzativo. Tutti questi motivi ci hanno permesso di lavorare e rendere al meglio. C’è l’intenzione da parte dei Presidenti e del Direttore Sportivo di proseguire questa crescita organizzativa e strutturare sempre meglio la società, si sta già lavorando in tal senso. E come ultima cosa c’è sincerità e trasparenza nei confronti dei ragazzi e delle loro famiglie, non ci piace prendere in giro le persone e raccontargli balle”.

6 – Su quale campo ti farà più piacere entrare in campo da avversario?
“Sinceramente non ci ho mai pensato e non saprei cosa dirti. Sarà sicuramente bello andare a giocare in casa delle big storiche”.

7 – Con l’Elite aumenterà anche l’esposizione mediatica, necessaria quindi una maturità diversa da parte del suo gruppo. Cosa dirà ai ragazzi in tal senso?
“Quello che ho sempre detto ai ragazzi degli altri gruppi che ho avuto il piacere di allenare: di avere equilibrio sempre, di non montarci e non deprimerci, di fare quadrato e non pensare a nient’altro che lavorare”.

8 – Dopo aver allenato nei provinciali e nei regionali cosa si aspetta da questa categoria?
“Mi aspetto un campionato con ritmi più alti e maggior fisicità. Abbiamo fatto gli ultimi due anni con obiettivi d’alta classifica, dove non puoi concederti mai un passo falso. Come ho già detto, quest’anno serviranno umiltà, pazienza e fiducia”.

9 – L’obiettivo principale è la salvezza oppure la crescita del gruppo?

“L’obiettivo principale deve essere sempre la crescita dei ragazzi. Se tra pochi anni avremo a Guidonia una prima squadra con un folto gruppo dei nostri 1999, 2000, 2001 e così via, saremo contenti di aver fatto tutti un buon lavoro tecnico e umano. Poi se riusciremo a perseguire quest’obiettivo di crescita sarà meno complicato salvarci. Ovviamente faremo di tutto per raggiungere l’obiettivo salvezza”. 

Il mister Palumbo con la squadra Allievi Regionali della scorsa stagione, seconda classificata